Menu

userImg showBgrSwitcher

Sfondo creato da

userImg

Grazie!

Menu

Red Bull X-Fighters World Tour

Gli sport estremi sono tutta una questione di innovazione e sono pochi quelli che si evolvono alla velocità del Freestyle Motocross. Gasati dalla gloria che segue l’atterraggio, dopo aver realizzato in aria le figure acrobatiche più esplosive, i freestyler si spingono costantemente oltre i loro limiti sia fisici che creativi, nell’intento di lasciare il pubblico a bocca aperta e di trovarsi sempre un gradino più in alto rispetto ai loro avversari. Con schiere sempre più numerose di fan in cerca di emozioni da ogni angolo del mondo, il Freestyle Motocross è passato al livello superiore, in cui primati mozzafiato vengono battuti più e più volte. Ovviamente MINI John Cooper Works non si è tenuta in disparte ed è entrata nel vivo dell’azione.

Quando si tratta di Freestyle Motocross non esiste arena più grande del Red Bull X-Fighters World Tour e MINI John Cooper Works è orgogliosa di stare a bordo pista nella veste di partner ufficiale. Non del tutto estraneo alle emozioni a tutto gas, il sub-brand sportivo MINI John Cooper Works darà un tocco di adrenalina in più ai festeggiamenti. Le passate edizioni degli X-Fighters World Tour hanno portato i migliori freestyler in giro per il mondo, nella più grande arena da corrida del mondo a Città del Messico, nella Piazza Rossa di Mosca, tra le distese che dominano le piramidi di Giza e alla centrale elettrica di Battersea, a Londra.

Il Red Bull X-Fighters World Tour 2012 vedrà i freestyler di motocross più bravi al mondo contendersi gli ambiti punti per aggiudicarsi il titolo nella cornice di sei incredibili arene in quattro continenti.

X-Fighters World Tour 2012

La stagione 2012 è iniziata il 13 aprile davanti a un pubblico di migliaia di fan, sulle idilliache spiagge di Dubai lungo la passeggiata del Jumeirah Beach Residence. All’ombra dell’edificio più alto del mondo e dell’impressionante Burj Al Arab, gli eroi del motocross Andre Villa, Todd Potter e il campione in carica degli X-Fighters Dany Torres – per citarne alcuni - si sono riuniti per dare il via alle sei tappe del tour mondiale.

In occasione della seconda tappa, il Red Bull X-Fighters World Tour si è fermato negli Stati Uniti, per la prima volta negli ultimi due anni. Il ritorno del motocross nel suo luogo di origine, il sud della California, si è tenuto lo scorso 12 maggio sulla pista più grande della storia dell’X-Fighters World Tour, tralo storico circuito di Glen Helen. Già nel 1985, la pista di Glen Helen ha svolto un ruolo chiave nello sviluppo del Freestyle Motocross come sport professionistico. Il circuito ha ospitato lo United States World Championship Motocross nel 1991 ed è tutt’oggi considerato una delle piste freestyle più impegnative al mondo.

X-Fighters World Tour 2012

La tappa successiva del tour mondiale porterà gli X-Fighters nel loro primo viaggio a Istanbul, il 16 giugno. Dietro alle imponenti mura della fortezza di Dungeons Yedikule, i fan turchi del Freestyle Motocross ospiteranno il terzo evento della stagione 2012 in un’arena a misura di gladiatori. Sulle rive del Mar di Marmara, dove l’Europa incontra l’Asia, lo spazio vicino alla fortezza sarà trasformato in un magnifico circuito di Freestyle Motocross, dove MINI John Cooper Works presenzierà con orgoglio come “guest star”. E il rombo dei motori delle MINI John Cooper Works non potrà che ispirare gli atleti.

X-Fighters World Tour 2012

Le prestazioni dei rider vengono valutate in tutte le prove del concorso da cinque giudici, ognuno dei quali valuta un criterio diverso che spazia dalla varietà delle figure realizzate, all’esecuzione globale, passando dallo stile, dall’uso della pista e, ciliegina sulla torta, dall’energia e l’intrattenimento del pubblico. I cinque membri della giuria determinano le sorti dei rider durante i gironi di qualifica, e i quattro concorrenti con il minor numero di punti vengono eliminati dal resto della competizione per quel giorno.

Dopo le prime manche della competizione, i rider che hanno passato il turno affrontano in una battaglia faccia a faccia i loro avversari nelle eliminatorie. I rider vengono giudicati in coppia, e uno dei due freestyler rischia l’eliminazione diretta. L’ultimo rider rimasto viene dichiarato vincitore, e il freestyler con il maggior numero di punti al termine delle sei tappe del tour mondiale verrà coronato campione 2012 del Red Bull X-Fighters World Tour.

X-Fighters World Tour 2012

Alcuni dei grandi nomi internazionali del Freestyle Motocross sono in lizza per il titolo di miglior rider 2012 e alla fine del tour mancano ancora quattro tappe. Come si è rivelato in occasione degli X-Fighters World Tour precedenti, il carattere imprevedibile di questo sport estremo significa che in ogni momento diversi rider si contendono il titolo.

X-Fighters World Tour 2012

Nelle prime due tappe del tour di quest’anno sono già stati eseguiti salti più alti che mai e i fan di ogni angolo del mondo si preparano a rimanere sbalorditi dai loro eroi nei prossimi appuntamenti. “Red Bull e il Red Bull X-Fighters World Tour 2012 rappresentano un abbinamento perfetto per il marchio John Cooper Works,” spiega Ralf Schepull, Head of MINI Brand Communication. “Dopotutto, entrambi i partner sono orgogliosi di essere poco convenzionali e divertentissimi, pieni di potenza e di azione. Insieme, formano una bella squadra.” Chi può sapere quali nuove acrobazie e giravolte sorprendenti i fan potranno osservare mentre il tour prosegue nla stagione? Lasceremo che sia il rombo dei motori a giudicare.

Prossime tappe del Red Bull X-Fighters World Tour:
20 luglio: Madrid
11 agosto: Munich
6 ottobre: Sydney

Clicca una immagine per lanciare la galleria immagini (12 image)

Link esterni:

Red Bull X-Fighters Website

Condividi

facebook
googlePlus
pinterest
stumbleUpon
E-Mail
Separa più indirizzi e-mail con una virgola.

Rally Dakar 2015: Quarta Vittoria Consecutiva della MINI

19. gennaio 2015
Rally Dakar 2015: Fourth Consecutive Win for MINI

Ce l'ha fatta! Dopo aver percorso oltre 9000 chilometri attraverso il Sud America, Nasser Al-Attiyah ha vinto il Rally Dakar 2015 con la MINI ALL4 Racing. Per la quarta volta consecutiva, la MINI vince il rally più difficile del mondo.

In India con Una Nuova MINI: Un Epico Viaggio Inaugurale

26. gennaio 2015
India in a New MINI: An Epic First Drive

Immagina di fare un viaggio di 6.000 km attraverso l'India, toccando 14 città in 17 giorni come test drive della nuova MINI. È proprio ciò che ha fatto MINI India. Partecipa ora all'incredibile tour del subcontinente indiano.

Dakar 2015: MINI gioca a “Forza Quattro”

19. dicembre 2014
2015 Dakar: MINI Plays “Connect Four”

Più di 9.000 chilometri attraverso insidiose dune di sabbia, pietre traditrici, gigantesche vette andine per poi finire in uno dei deserti più aridi della terra. Chi vorrà vincere, dovrà essere preparato a soffrire. E' l'unica cosa certa di questa Dakar 2015, assieme alla voglia di MINI di difendere con successo il titolo.

La MINI Toglie dai Guai in: “Cura Contro il Comune Pendolarismo”

23. gennaio 2015
MINI Saves the Day in: “Cure for the Common Commute”

Il traffico nuoce a molti, ma è sicuramente utile per produrre fantastici sogni ad occhi aperti. Anna Dulin, designer e MINI driver di recente data, proveniente da Houston, dà vita a una fantasia molto comune tra i pendolari. Guarda un po' qui.

The MINI Story: Intervista Esclusiva All’artefice Dell’esposizione

19. dicembre 2014
The MINI Story: An Exclusive with the Man Behind the Exhibition

Alla nuova esposizione temporanea del BMW Museum a Monaco di Baviera sono in mostra 30 affascinanti veicoli originali, piccoli pezzi da esposizione, e un emozionante background di storie sul marchio MINI. Il curatore Andreas Braun accompagna MINI Space in un'esclusiva visita guidata alla scoperta dei tesori dell'esibizione.

Una Nuova Epoca nelle Competizioni Motorsport: Una Breve Storia di MINI al Rally Dakar

17. dicembre 2014
New Era of Motorsport Dominance: A Brief History MINI at the Dakar Rally

MINI ha affrontato l'impegnativo Rally Dakar fin dal 2011, aggiudicandosi la vittoria in 3 gare su 4. Ripercorri qui uno dei periodi più proficui per MINI sin dai leggendari anni '60.