Menu

userImg showBgrSwitcher

Sfondo creato da

userImg

Grazie!

Menu

Visto con gli occhi di un fan: “All Together” al MINI United 2012

Sono rare le occasioni in cui, per lavoro, ti ritrovi a fare il viaggio on the road dei tuoi sogni. Non avrei mai pensato di scoprire nuovi posti, conoscere nuove persone e persino vivere avventure emozionanti proprio grazie al mio lavoro.

Dopo la prima vera notte di sonno in dieci giorni, mi sono svegliato e sono giunto lentamente alla conclusione che il viaggio è stato davvero troppo breve. È proprio vero che le cose belle passano troppo in fretta... Nei dieci giorni di viaggio on the road, non ci siamo riposati nemmeno un secondo e le nostre fotocamere hanno scattato fotografie senza sosta. Riaprire quel cosiddetto “cassetto virtuale dei ricordi” al rientro da un viaggio non è cosa facile, ma dopo il nostro incredibile viaggio al MINI United 2012, vogliamo ricostruire e condividere con te la nostra sorprendente esperienza.

All Together at MINI United 2012

Circa a metà maggio abbiamo fatto rotta sulla parte più bella della Riviera francese, in direzione del più grande raduno di fan MINI provenienti da ogni angolo del mondo, con 30.000 partecipanti! Il MINI United 2012 si è svolto nell’incantevole cornice della Provenza su un circuito di gara vero e proprio, il Circuito Paul Ricard, nei pressi di un piccolo villaggio medievale su una collina chiamata Le Castellet. Il posto perfetto!

Per arrivare fin lì abbiamo percorso 1.500 km. Non vedevamo l’ora di metterci al volante, ascoltare le nostre canzoni preferite e lasciare alcuni segni di sgommate sull’asfalto mentre ci dirigevamo in Francia. Il tempismo è stato eccezionale. Siamo arrivati a Venezia giusto in tempo per la colazione, a Marsiglia per il pranzo e abbiamo guardato il tramonto a Cassis. Con la libertà delle quattro ruote, avevamo l’intera Provenza e la bellissima Cote d’Azur a nostra completa disposizione.

All Together at MINI United 2012

Esiste un solo autentico sentimento che soltanto i veri esperti del Marchio possono comprendere, quando ti ritrovi in mezzo a una folla crescente di guidatori MINI, tutti insieme verso un obiettivo comune. Sulla strada panoramica, mentre ognuno di noi faceva un cenno con la mano agli altri in segno di intesa, ci siamo sentiti parte di una famiglia MINI molto speciale, e più ci avvicinavamo Le Castellet, più eravamo euforici. Francia. Con il vento caldo tra i capelli, guidiamo su idilliache strade serpeggianti in direzione del circuito e rimaniamo  incantati dal paesaggio. Un puro momento di gioia.

MINI di ogni tipo e colore, vintage o elegantemente moderne, tutte tirate a lucido. È stato difficile credere che non si trattasse di un sogno, ma che stavo realmente ammirando così tante MINI in una volta sola, ognuna con un carattere e uno charme unico e personale.

All Together at MINI United 2012

Ma le macchine in esposizione erano solo l’inizio dello spettacolo. Innumerevoli attività ci hanno tenuti occupati dall’alba fino al tramonto. Dai giri di prova alle corse sul circuito, passando da grandi concerti, per non parlare delle conoscenze e dei nuovi legami che si creano casualmente con gli altri fan sotto il sole del Mediterraneo... insomma ce n’era per tutti i gusti! E una volta scesa la sera, alcune star internazionali, tra cui Gossip, Iggy Pop and the Stooges e i The Ting Tings, sono saliti sul palco per regalarci un concerto all’aperto.

All Together at MINI United 2012

La nostra piccola MINI è stata abbastanza fortunata da aggiudicarsi un parcheggio di prestigio nel “Beauty Parking”, in mezzo ad altre centinaia di auto stupende, in bella vista al centro della manifestazione. È stato bello ritrovarci tra alcuni dei piloti più esperti.

Le urla di gioia dei fan risuonavano ovunque. Nell’ambito di uno degli eventi più in, un pilota professionista ci ha portati a scivolare sull’asfalto come se fosse ghiaccio, grazie agli speciali pneumatici “Easy Drift”. In men che non si dica ci siamo accorti che se le grida di apprezzamento erano abbastanza forti, il pilota si dilettava in rotazioni a 180° o addirittura a 360°. Esprimo tutta la mia ammirazione per quei ragazzi che per otto o più ore al giorno hanno fatto girare quelle MINI senza farsi venire il voltastomaco!

Ma volevamo lasciare le nostre personali tracce di sgommate sulla pista ed è per questo motivo che abbiamo partecipato alla sfida Race Your MINI. In questa competizione l’unico limite di velocità era il tuo coraggio, ma tutto si svolgeva in un ambiente sicuro, quindi potevi lasciarti andare nel modo più assoluto! Successivamente ci siamo diretti verso il celebre circuito di gara Paul Ricard, sul quale è stato un vero onore guidare. Una “safety car” ha aperto la pista ai fan di MINI e abbiamo fatto del nostro meglio per stargli dietro senza sbandare dal percorso.

All Together at MINI United 2012

Non tutte le MINI erano sull’asfalto, a dirla tutta. Al MINI Bar potevi sederti su divani realizzati con i sedili posteriori della Mini Classic.

Potevi rilassarti, bereun cocktail per rinfrescarti, salire su un go-kart e fare un giro su un risciò MINI. Affrontando il MINI Test Drive avevi l’imperdibile occasione di  scegliere la tua MINI e dilettarti in qualche scorribanda nella campagna della Provenza. 

All Together at MINI United 2012

L’originalità MINI era la protagonista indiscussa. In esposizione c’erano MINI personalizzate da designer famosi, spesso da qualche celebrità, come ad esempio la MINI firmata da David Bowie completamente cromata e dotata di specchi. In questa area c’erano anche le “MINI steroidate”, come mi piace chiamarle. Queste auto da rally hanno vinto il Rally Dakar 2012, con alla guida Stephan Peterhansel.

All Together at MINI United 2012

La prima notte, le luci erano puntate su Iggy and the Stooges e sulle loro esplosive sonorità rock, seguiti dall’eroe nazionale, Martin Solveig. Sabato è stata senza dubbio la giornata più frenetica, soprattutto la sera, quando i Ting Tings hanno dominato il palcoscenico. Il loro concerto ha riscaldato l’atmosfera fino al punto di ebollizione e tutti erano entusiasti della performance. Subito dopo di loro, è stato il turno dei Gossip, che ci hanno cantato tutte le loro canzoni più famose, hanno fatto un ammirevole tentativo di pronunciare due parole in francese e hanno mandato baci alla folla! Salut!

L’ultimo giorno è stato dedicato alla guida. La MINI Cooper SD Coupé Cabrio vola letteralmente sulla strada e ti conquista dopo i primi 100 metri percorsi. Più tardi nel pomeriggio, abbiamo cercato di goderci il più possibile gli ultimi momenti di quell’atmosfera unica. Ci siamo fatti prendere da un profondo sentimento di euforia MINI, ed è stata dura quando è arrivato il momento di salutarci.

Lungo il percorso di rientro verso casa, ritrovandomi nel cuore della notte in qualche sperduta stradina di montagna vicino a Manarola (La Spezia, Italia), ripensavo all’affetto che la gente prova nei confronti di questa piccola auto. Mi sono accorto che questa passione non è poi del tutto casuale. La MINI è un piccolo favoloso mezzo, che è prima di tutto molto divertente da guidare e ed è dotato di migliaia di accessori che ti consentono di personalizzarlo. Molte delle sue eccezionali caratteristiche  vengono implementate “dietro le quinte”, come il fatto che l’auto si evolva adeguandosi alle necessità dei suoi fan trovando il modo di rimanere sempre fedele al mondo MINI, come al MINI United. Questo è il motivo per cui la gente ama così tanto quest’auto. E forse anche un po’ grazie ar Mr. Bean.

All Together at MINI United 2012

La mattina seguente, al risveglio nei pressi del meraviglioso paesino di Manarola, sul mar Ligure, mi sono fiondato sul terrazzo per ammirare il paesaggio e ho fatto fatica a realizzare la perfezione pura di ciò che si estendeva davanti ai miei occhi: la vastità del mare blu intenso e la costa delle Cinque Terre, il tutto nella cornice di una splendida giornata di primavera. Le case in quella zona avevano terrazzi naturali scolpiti tra le rocce, troppo vicini persino per lasciar passare una MINI. Vigne e uliveti adornavano i viali.

All Together at MINI United 2012

Come spesso succede, il viaggio di ritorno a casa è volato in un attimo. Man mano i paesaggi diventavano più familiari, quando siamo giunti alle cosiddette “Porte di Belgrado” abbiamo capito che era ora di svegliarci. Eravamo a casa.

Voglio ringraziare in particolar modo il team MINI Serbia, che ci ha dato l’opportunità di divertirci così tanto e di rappresentare il nostro Paese in Francia, insieme a tutti gli altri ragazzi del MINI Club Serbia. È grazie a loro che abbiamo potuto raccontarti questa storia.

 

Semmai ti si presentasse l’opportunità di andare al MINI United, non pensarci due volte. Non te ne pentirai. Divertirsi come non mai, incontrare nuove persone, guidare le auto più strabilianti e vivere quella combinazione unica di genialità che solo MINI sa regalare, sono tutte garanzie.

 

Visita il mio blog: http://hiishii.com/blog/2012/svi-mi-united-by-mini/

Condividi

facebook
googlePlus
pinterest
stumbleUpon
E-Mail
Separa più indirizzi e-mail con una virgola.

Commenti (4)

thekatarina

scritto da thekatarina | 26.06.2012 00:04

Hey Mark, thanks! So which was your car? thats cool so cool

thekatarina

scritto da thekatarina | 26.06.2012 00:03

Thanks hugo :) It was all fun :) so the video it self had to be cool :)

Mark McKelvey

scritto da Mark McKelvey | 25.06.2012 22:17

That was fantastic! I caught a quick glimpse of my car as well in the video! :D

hugodesign

scritto da hugodesign | 25.06.2012 19:14

beautiful, beautiful, beautiful... great work here... love it.

congrats Katarina Batuta... :)

Dezeen and MINI Frontiers: L’evoluzione delle Auto Secondo Daisy Ginsberg

09. luglio 2014
Dezeen and MINI Frontiers: Evolving Cars with Alexandra ‘Daisy’ Ginsberg

La designer e ricercatrice Daisy Ginsberg fa alcune riflessioni e congetture sul futuro della biologia sintetica e su come i nuovi materiali potranno cambiare la nostra esperienza di guida.

CONCORSO DI DESIGN FRAMED! : ANNUNCIO DEI VINCITORI!

25. giugno 2014
Framed! Design Competition: Winners Announced!

Framed! ha proposto ai membri della community MINI Space una sfida creativa: andare alla ricerca di immagini mozzafiato dalla cornice unica. Guarda qui gli scatti che si sono aggiudicati la vittoria.

L’icona in 1077 Pezzi: Presentazione della Mini Classic LEGO®

25. luglio 2014
Build Your Own Icon in 1077 Tiny Elements: Introducing the LEGO® Classic Mini

Scopri come costruire una Mini Classic partendo da zero, senza essere un meccanico esperto.

Dezeen and MINI Frontiers: Le Vetture Auto-Pilotate di Dominic Wilcox

16. luglio 2014
Dezeen and MINI Frontiers: Driverless Design with Dominic Wilcox

In un'epoca in cui le vetture auto-pilotate necessiteranno di pochissimi sistemi di sicurezza, cosa si inventeranno i designer approfittando di una maggiore libertà creativa? Dezeen e MINI Frontiers incontra Dominic Wilcox e la sua MINI "dormiente" in vetro colorato.

Addio Hotel: Storia della “Mini Wildgoose” e dei Campeggi MINI di Allora e di Oggi

22. luglio 2014
Skip the Hotel: The Story of “Mini Wildgoose” and MINI Camping Then and Now

È giunta l'ora di qualche nozione di base sulla MINI. Hai mai sentito parlare della Mini Wildgoose? Scopri questo bizzarro camper Mini Classic degli anni '60 e guarda com'è andare in campeggio con la MINI nel XXI secolo.

Agitare le Acque: MINI Conquista il Red Bull Wake of Steel 2014

04. luglio 2014
Making Waves: MINI Takes Red Bull Wake of Steel 2014

I concorrenti sono stati accuratamente selezionati. La sfida lanciata. Solo uno poteva uscirne vincitore. Dai un'occhiata ai momenti salienti della competizione di wakeboard del Red Bull Wake of Steel di quest'anno.