Menu

userImg showBgrSwitcher

Sfondo creato da

userImg

Grazie!

Menu

Nel profondo della foresta, gli alberi organizzano rave party?

MNDR sta per Amanda Warner e Peter Wade, il duo in grado di creare come per magia audaci brani musicali con i sintetizzatori e di rielaborarli con un beat giocoso e ispirato all'europop. Il loro sound è da veri riempipista, una sferzata di energia per ragazzini annoiati che si trasformano in straordinari ballerini. Ma se fate scendere Amanda Warner dal palco scoprirete che sa elettrizzare qualsiasi altro luogo, per esempio un tranquillo paesaggio boschivo.

Wanderlust – Event Report – MNDR

In nome della Wanderlust questa temeraria e versatile artista ha preso l'energia al neon che rende inconfondibili le sue creazioni, l'ha impacchettata e l'ha spedita fuori città, fino a Chichester, New York. Ovviamente era in compagnia di un gruppo di creativi. La loro idea era dare una nuova interpretazione del concetto di Wanderlust utilizzando un'installazione interattiva frutto di un progetto congiunto, inserita nella splendida cornice naturale di una verdeggiante foresta.

In tutto, sei opere di cinque artisti diversi sono state sapientemente disposte, sotterrate e collegate tra gli alberi, ignari ma compiacenti. Innanzitutto i visitatori sono entrati nella mistica installazione sonora "Tubular" creata da Peter Wade degli MNDR. Per la Wanderlust, il produttore, compositore e tecnico del suono insignito con un Grammy ha ideato un'opera destinata ad interagire con il pubblico per mezzo di feedback sonori generati dalle voci e dai passi dei visitatori, sotto forma di una goccia d'acqua amplificata da apposite tubazioni nel terreno sottostante. Accompagnati dall'eco dell'acqua, gli ospiti hanno seguito il sentiero fino a imbattersi nella scultura di Rob Seward dal titolo "FLW Light Study 2", uno spettacolo ipnotico che coniuga percussioni e giochi di luce.

Wanderlust – Event Report – MNDR

Da qui i visitatori sono stati attirati fino all'installazione di Jamie Careirro intitolata "Seedpod", nella quale una strumentazione leggendaria dotata di un pannello con pulsanti arcade verdi incoraggiava i visitatori a interagire con l'ambiente. Le risultanti proiezioni audiovisive sembravano domandare: "Nel profondo della foresta, gli alberi organizzano rave party?" Questo connubio fra uomo e natura proseguiva nell'opera "Bermdorfs" di Peter Wade, nella quale grovigli di rami e tronchi caduti erano sistemati in modo da alloggiare quattro altoparlanti che emettevano suoni erranti in loop, raccolti nello studio di registrazione di Wade nell'East Village. Mentre i partecipanti si muovevano nello spazio, il suono si sviluppava e si trasformava, cogliendo i rumori circostanti creati dai movimenti dei visitatori, dalla foresta e dalle altre installazioni per manipolarli elettronicamente e incorporarli nella riproduzione.

Wanderlust – Event Report – MNDR

Proseguendo lungo il sentiero, i partecipanti venivano inghiottiti nella colossale creazione del gruppo prodotto della Warner, le 0th, che prima di avventurarsi su vari altri media ha esordito come gruppo di noise rock. Per questo progetto ispirato alla Wanderlust, il gruppo ha immaginato un tempo prima del tempo e uno spazio prima dello spazio. La loro installazione visiva, "Blow Up Universe", postula che forse non fu il nulla a precedere il nostro universo, bensì strane e meravigliose astrazioni cosmiche. Così, marciando attraverso il Big Bang e addentrandosi un po' di più nel profondo del bosco, i partecipanti sono entrati direttamente nel cuore del sole. Ovvero nel "Venetian Sun", l'installazione audiovisiva quasi abbagliante del musicista e video artist di San Francisco Greg Zifcak.

Clicca una immagine per lanciare la galleria immagini (4 image)

Queste opere erano nascoste come piacevoli sorprese lungo un percorso ad anello, che, snodandosi sinuosamente, con seducente cortesia invitava i visitatori a seguire la fantasia Wanderlust, per poi riportarli esattamente al punto di partenza. Ognuno a modo suo, gli artisti hanno giocato con suoni, luci e oggetti scultorei per appropriarsi della natura nel nome di un'esperienza superiore.

L'ineguagliabile progetto artistico dei MNDR con avventura nei boschi ti ha fatto sentire il richiamo della foresta? Su MINI Space trovi learn more sul movimento Wanderlust. E resta connesso per scoprire chi sarà il fortunato vincitore di una MINI Countryman nuova di zecca!

Link:
MNDR su MySpace

MNDR su Twitter

Sito ufficiale delle 0th
Maggiori informazioni sull'opera di Rob Seward, "FLW Light Study 2"
Maggiori informazioni sull'opera di Greg Zifcak, "Venetian Sun"

Condividi

facebook
googlePlus
pinterest
stumbleUpon
E-Mail
Separa più indirizzi e-mail con una virgola.

La MINI Toglie dai Guai in: “Cura Contro il Comune Pendolarismo”

23. gennaio 2015
MINI Saves the Day in: “Cure for the Common Commute”

Il traffico nuoce a molti, ma è sicuramente utile per produrre fantastici sogni ad occhi aperti. Anna Dulin, designer e MINI driver di recente data, proveniente da Houston, dà vita a una fantasia molto comune tra i pendolari. Guarda un po' qui.

Rally Dakar 2015: Quarta Vittoria Consecutiva della MINI

19. gennaio 2015
Rally Dakar 2015: Fourth Consecutive Win for MINI

Ce l'ha fatta! Dopo aver percorso oltre 9000 chilometri attraverso il Sud America, Nasser Al-Attiyah ha vinto il Rally Dakar 2015 con la MINI ALL4 Racing. Per la quarta volta consecutiva, la MINI vince il rally più difficile del mondo.

Dakar 2015: Alla Conquista del Deserto in Slow Motion

14. gennaio 2015
Dakar 2015: Alla Conquista del Deserto in Slow Motion

Scalare le dune non è certo un hobby e il Team X-Raid, a bordo della MINI ALL4 Racing, ha avuto il suo bel da fare per affrontare il percorso del Rally Dakar 2015. Continua a leggere per vedere in esclusiva le evoluzioni in questo mare di sabbia.

Rally Dakar 2015: Giusto il Tempo di Riprendere Fiato

13. gennaio 2015
015 Rally Dakar: Barely time to catch your breath

La metà dei 9000 km della Dakar 2015, che si svolge nel cuore del Sud America, sono dietro le spalle. Per i concorrenti, la ricompensa è un giorno di riposo. Ma si sbaglia di grosso chi crede di poter poltrire. Nel rally più duro del mondo, non c'è tempo per queste cose.

MINI Space Mixtape: Brani Caldi per Viaggi Invernali

18. dicembre 2014
MINI Space Mixtape: Winter Warmers for Chill Drives

Guida al calduccio nelle giornate più brevi dell'anno al ritmo di questi brani invernali che sconfiggono il grigiore del più cupo tra i pomeriggi.

Citazioni: Parole Ispiratrici dei Campioni MINI del Passato e del Presente

09. gennaio 2015
Quoted: Inspiring Words from MINI Champs Past and Present

Ascolta chi si è fatto in quattro per raggiungere il gradino più alto del podio. Secondo loro questo è ciò che serve per vincere.